Olioofficina

Luigi Caricato  ルイジ カリカート

作家、醸造家、オリーブオイル研究家、ジャーナリスト

オリーブオイルに関する多くの著書で世界に知られている。『オーリオ オフィチーナ』という彼のプロジェクトではオイルと食材の関係に注目し、あらゆるアイデアを一般に公開し、オリーブオイルの普及・発展に貢献している。

最近の著書には『オイルの湖』(モンダドーリ出版)、『オイルの生と加熱』(Tecniche Nuove出版)、『フリー状態のオイルフリー』(Zona Franca 出版)

 『夢は我々を拘束し、実現させる。I sogni ci obbligano a realizzarli』

 1年を経て、オーリオオフィッチーナ年鑑第一号の出版が決まった。 現在、印刷が仕上がったばかりで、もうすぐ書店に並ぶことでしょう。次号は前号に引き続き、強烈なテーマになると思うと嬉しい限りです。丁度1年前に書いた夢について読んで頂けたでしょうか。

  誰しもが、夢をもつだろう。私は注意深く、旺盛な夢追い人であるが、夢について少し確信している。これまで沢山の夢をもったが、運に恵まれ、全て実現してきたと思う。大きな課題であってもやり残したものはなく、時に、物理的に実現不可能な場合も、私のささやかな満足を得る為に、少しづつ実現させている。

 不可能な事はない。だからこそ、年鑑オーリオオフィチーナは誰しもが夢を持てる希望でありたい。

アルフォンソ パスカーレの言葉には、私も賛同します。パスカーレは自分は独立した、輝いた人であると深い分析をした。自分の殻に閉じ込もることは何の意味もないことががわかる。世界の挑戦や議論に門戸を開けることは、切り抜ける唯一の道である。

自分の願望を実現し、完遂する為に夢を見る。私の考えでは夢は確信や根気である。夢は待っていても叶うものではない。

確かに 運良く実を結ぶ夢もあり、実現した時は必ず気づくものだが、努力や苦労なしでは満足感は得られない。よって、私の場合、大成功したオーリオオフィチーナ FOOD FESTIVALとの合同企画、年鑑誌出版に今敬意を表し、次のテーマは、自然と生活について注目したい。

語り手Guido Contiの言葉のように何も偶然からは生まれない。正しい事を熱望し、必死に生きようとする事に感動するである。

つまり、日々口にする食物も栽培するのに苦労があるが、より品質の良いものを追求する為に努力は欠かせないのである。オリーブオイルに対する夢を実現するために、今行動を起こさなければいけないのである。

Come potevo non pubblicare, a distanza di un anno, il mio editoriale apparso sul primo numero dell’annuario olioofficinaalmanacco?
Ora che è quasi fresco di stampa – giacché mancano poche ore, è in tipografia, la sala parto dei libri – il numero due dell’annuario, una pubblicazione cartacea, ci sarà un altro tema forte e filo conduttore: l’entusiasmo. Intanto vi affido alla lettura di quanbto scrissi esattamente un anno fa intorno al sogno.

Ciascuno di noi, in gran segreto o apertamente, coltiva sogni. Io sono un coltivatore attento e prolifico, ma anche alquanto determinato, di sogni, aspirazioni e aneliti. Le attese, nel corso degli anni, sono state tante, e per mia grande fortuna le ho potute realizzare tutte. Nessuna è rimasta fuori inevasa, eppure i miei propositi sono davvero grandi, e a volte appaiono pure oggettivamente impossibili da realizzare, ma poi volta per volta si concretizzano, con mia intima gioia e soddisfazione.

Nulla è impossibile. Per questo olioofficinaalmanacco vuole essere un incubatore di sogni: per tutti, senza distinzione. Una finestra aperta sul futuro che verrà e sull’universo mondo, senza alcun timore verso chi non sentiamo prossimo. 
Leggete quanto scrive Alfonso Pascale. Nel suo testo di apertura c’è anche il mio pensiero. Pascale lo ha espresso con la profondità di analisi che appartiene a chi dimostra indipendenza e lucidità. Si scopre che rinchiudersi nel proprio guscio non ha alcun senso. Aprirsi alle sfide del mondo e al confronto è l’unica strada da percorrere. Per questo si sogna: per realizzare e portare a compimento i propri desideri. Per mia natura, non conosco altro linguaggio, se non quello dettato dalla determinazione e dalla tenacia. Nessuno può illudersi che i sogni si realizzino da sé, attendendone l’arrivo. E’ una speranza mal riposta.

Ci sono anche sogni frutto di circostanze fortunose, è vero. Per carità, si accolgono tutti i sogni, quando arrivano, ma quelli non guadagnati sulla propria pelle, a partire dal proprio impegno, sono sogni senza consistenza, di cui non si è orgogliosi. E così, in questa logica di impegno personale, uno dei miei prossimi propositi – dopo il progetto Olio Officina, confluito nel grande happening Olio Officina Food Festival, e adesso, hic et nunc, nel devoto omaggio alla forma cartacea dell’almanacco – è di dare vita e corpo a un filone di narrativa rurale. Nulla può nascere dal caso: leggete, con la dovuta attenzione, quanto scrive il narratore Guido Conti. Resterete commossi perché vi trovate la vita e una sete di giustizia che pulsa in modo dirompente.

Rifletteteci: il cibo che ci ritroviano ogni giorno in tavola, è la diretta conseguenza di un percorso culturale, ma prima ancora di un impegno che esige fatica e dedizione. Per restituire il valore perduto a un alimento come l’olio da olive, ho pensato di tradurre il sogno in queste pagine. Per me, è il sogno che si realizza e che non vive di se stesso ma si dona a tutti. C’è tanto spazio ancora per agire. Coloro che coltivano grandi sogni non si tirano indietro. Accolgono tale sfida e sostengono con grande convinzione il progetto Olio Officina, alimentandolo con sempre nuovi apporti di pensiero e azioni concrete. I sogni – ricordatelo – ci obbligano a realizzarli. Altrimenti, è meglio non sognare.